STANDARD MORFOLOGICO SETTER IRLANDESE

IL SETTER IRLANDESE E’ L’ELEGANZA, L’INGLESE E’ LA GRAZIA, LO SCOZZESE E’ LA FORZA” Giulio Colombo

IRISH SETTER

IRISH SETTER

Caratteri generali: cane di grande forza e resistenza, adatto a qualsiasi tipo di terreno, pieno di qualità e di espressione dolce.

Testa: lunga e asciutta né stretta né cesellata. Il muso è moderatamente profondo e abbastanza quadrato alla punta. Il cranio è ovale. Le direzioni degli assi longitudinali del cranio e del muso sono perfettamente parallele fra loro: questa è una qualità propria della razza. Protuberanza occipitale ben marcata. Labbra non pendule.

Naso: Marrone scuro

Occhi: Nocciola scuro o marrone carico, non troppo grandi

Orecchi: Di grandezza moderata, di tessitura fine, attaccati bassi e ben indietro.

Collo: Moderatamente lungo,muscoloso ma non grosso, leggermente arcuato, esente da giogaia.

Corpo: Proporzionato, gabbia toracica larga con costole ben cerchiate, torace più profondo possibile e stretto anteriormente. Reni muscolosi e leggermente arcuati.

Coda: proporzionata alla taglia del cane, inserita piuttosto bassa e portata a livello o al disotto della linea del dorso.

Arti anteriori: Spalle fini alle punte, portate ben all’indietro, arti anteriori dritti, buona ossatura, gomiti liberi, né indietro, né in fuori.

Arti posteriori: Posteriore largo e vigoroso. Arti posteriori, lunghi e muscolosi dall’anca al garretto e dal garretto al piede corti e forti.

Piedi: piccoli, dita forti, chiuse e arcuate.

Mantello: Pelo corto e fine su testa, anteriore degli arti e sulla punta degli orecchi. E’ lungo sul corpo, forma frangia sul margine posteriore degli arti, della regione sternale, alla coda e alla gola. I piedi, fra le dita, ben guarniti di pelo. Colore rosso mogano brillante, senza tracce di nero. Una piccola macchia sul petto, fronte o dita non causa squalifica.

Altezza e peso: da 56 a 64 cm. nei maschi, da 54 a 64 cm. nelle femmine ; peso dai 20 ai 30 kg.

Difetti: Ogni deviazione dallo standard è da considerarsi un difetto, che va penalizzato secondo la gravità.